Nel 2017 gli italiani hanno speso circa ben 30,9 miliardi per la manutenzione e la riparazione delle proprie
auto. Rispetto al 2016, è stata registrata una crescita del 4,8%. Queste stime emergono da uno studio di
settore e sono state elaborate tenendo conto di un modesto incremento del ricorso da parte degli italiani
alle officine di autoriparazione (+2%), dell’aumento del parco circolante (+1,7%) e del fatto che i prezzi per
la manutenzione e riparazione nel 2017 sono aumentati leggermente.

Quindi si può affermare che la spesa per la manutenzione e le riparazioni di autovetture in Italia prosegue
per il quarto anno consecutivo sulla strada della crescita, siamo usciti dalla crisi iniziata nel 2008 che aveva
causato un invecchiamento del parco circolante e, di conseguenza, un aumento della domanda di
autoriparazione. Il quadro è mutato quando a partire dalla seconda metà del 2011 si è interrotta la ripresa
dell’economia e si è avviata la seconda fase della crisi che ha indotto gli italiani in maniera pesante a
tagliare non solo gli acquisti di auto, ma anche il ricorso alle officine, questa per il settore è stata una vera e
propria caduta.

Rimane da sottolineare che l’attività di manutenzione e riparazione delle autovetture è diventata sempre
più rilevante e di estrema importanza per il buon e corretto funzionamento della propria automobile. In un
mercato sempre più strutturato e tecnologico, l’attività e gli interventi di riparazione che si svolgono
quotidianamente in officina sono ormai in costante e continua trasformazione. Questa situazione di
mercato comporta il costante aggiornamento a cui si devono sottoporre gli autoriparatori che devono
impegnarsi per poter continuare a garantire il miglior servizio possibile alla propria clientela.

Lascia un commento